Mensa scolastica a Genova, Ladisa presenta il piano di investimenti

Interventi nei centri cottura, nuove assunzioni, indagine di customer per la prima volta con società di statistica, Piano di educazione alimentare

L’azienda Ladisa srl che gestisce attualmente il servizio di refezione scolastica in tre lotti del Comune di Genova (pari a circa 13mila pasti giornalieri erogati in oltre 120 plessi) comunica che è in atto un importante piano di investimenti dal punto di vista della qualità del servizio e del personale in coerenza con l’offerta tecnica presentata all’amministrazione e oggetto di aggiudicazione. Le varie attività sono condivise con l’amministrazione comunale e con i rappresentanti della commissione mensa dei genitori.

Indagine sulla Customer satisfaction con metodo statistico
È stato dato mandato a una società di statistica terza che si occupa di ricerche di eseguire una attività di monitoraggio per la percezione del gradimento del servizio nelle scuole gestite servite da Ladisa. Tale indagine, UNICA nel suo genere, si avvale di un criterio scientifico e statistico con l’intervento di una società (Troisi Ricerche) certificata secondo standard di qualità europei. L’attività eseguita da rilevatori, prevede la somministrazione di tre questionari differenziati per categoria di utente (bambino di scuola infanzia primaria e docenti/genitori). I risultati di tale attività, saranno elaborati in un report che verrà messo a disposizione dell’amministrazione comunale e dei soggetti interessati per ogni opportuna valutazione.

Attività di Educazione alimentare Gaia
Oggi, martedì 16 aprile, si svolgerà presso la scuola Papa Giovanni l’Info day per la presentazione del Piano di educazione alimentare denominato “Gaia” (Giusta alimentazione e impegno ambientale) tenuto da un team di esperti di una cooperativa partner di Ladisa (Puglia che vai) di cui fanno parte medici, pediatri e nutrizionisti. Tale attività, che coinvolgerà utenti e genitori (nonché docenti) prevede una serie di laboratori comprendenti una parte teorica seguita da una pratico-esperienziale.
La mascotte protagonista del percorso didattico sarà la lucciola G.A.I.A. che “illuminerà” gli alunni: la lucciola, infatti, conduce un preciso stile di vita perché vive in un ambiente sano ed è sensibile ai cambiamenti che interessano il nostro ecosistema. Pertanto GAIA identifica la mission del percorso didattico proposto.

Le quattro macro aree tematiche affrontate saranno le seguenti:
1. Ladisalab Nutrizionali
2. Ladisalab Medico/Nutrizionali
3. Ladisalab Ecologici/Ambientali
4. Ladisalab di cucina didattica/biodinamica e salutare

I laboratori, effettuati nel corso di ogni anno scolastico, prevedono il coinvolgimento di diverse classi per ogni ordine di grado dei Lotti 3-4-5 e del seguente target:
- Alunni dell’ultimo anno della scuola dell’Infanzia;
- Alunni della classe terza della scuola Primaria;
- Alunni della classe prima della Scuola Secondaria di I°.

Investimenti nei centri cottura
Ladisa prepara i pasti in tre centri cottura: nello stabilimento (proprio) di via Adamoli, Tuar, Da Passano. In questi ultimi due (Da Passano è dell’amministrazione comunale) sono stati programmati interventi migliorativi di tipo organizzativo, strutturale e con l’impiego di nuove attrezzature. D’intesa con l’amministrazione comunale si è convenuto di rinviare i lavori dopo la fine dell’anno scolastico al fine di evitare interferenze con le attività didattiche in corso.

Miglioramento condizioni personale, nuove assunzioni
In data 28 marzo Ladisa srl, a conferma delle proficue relazioni sindacali, ha siglato un accordo con le organizzazioni di rappresentanza che prevede, da un lato, il miglioramento delle condizioni di molti dipendenti c.d. “storici” (come è noto il personale viene trasferito da un’azienda all’altra) sanando così situazioni che si trascinavano da anni; e dall’altro apre la possibilità a nuove assunzioni che saranno eseguite in ossequio a criteri di equità e trasparenza.
Si rappresenta che le 436 unità di personale attualmente impegnate da Ladisa nel servizio di refezione, cui viene garantita mensilmente ogni retribuzione ordinaria e straordinaria nel rispetto del CCNL, rappresentano un organico maggiore (+50 unità) rispetto a quello offerto in fase di gara. Tutto ciò a conferma dell'interesse di Ladisa a investire sempre di più per un servizio più efficiente e di qualità, aspetto che passa inevitabilmente dal personale dipendente, oltre che dai prodotti e dai processi produttivi.

 Leggi il comunicato stampa>

 

condividi
Send by email Print