Mensa scolastica a Bari, il report dell'indagine sulla customer satisfaction: promosso il servizio

L'istituto indipendente Troisi ricerche ha infatti presentato nel corso di un incontro con i rappresentanti della commissione mensa, dell'amministrazione comunale e dell'azienda di ristorazione Ladisa,  i risultati dell'indagine di customer satisfaction svolta presso le scuole di Bari dove viene svolto il servizio mensa dalla società che si è aggiudicata il nuovo appalto green destinatario anche di un premio come mensa di eccellenza dal Ministero delle Politiche Agricole. L'indagine, per la prima volta eseguita da una società di statistica secondo criteri scientifici, si è svolta nel periodo compreso tra il 26 febbraio e il 5 aprile scorsi, e sono state realizzate 1.800 interviste valide. 

LE TIPOLOGIE DI UTENTI
Sono state prese in considerazione 4 tipologie di utenti: bimbi dell'infanzia, della scuola primaria, docenti e genitori. A ciascun gruppo di utenti è stato somministrato un questionario differenziato che presentava comunque gli stessi item di riferimento. Indubbiamente ai più piccoli, l'approccio è stato un po' più gioco formulando le domande in maniera molto semplice ma pur sempre finalizzato a ottenere riposte.
Le interviste sono state svolte secondo tre modalità: Face to Face, condotte da intervistatori professionali muniti di tablet per la registrazione in tempo reale dei dati rilevati (tecnica CAPI - Computer Assisted Personal Interview), piattaforma online, ove i dirigenti scolastici abbiano divulgato il link di accesso alla piattaforma presso docenti e/o genitori, totem multimediale, negli istituti scolastici oggetto di rilevazione dove è servito il maggior numero di pasti.

I QUESTIONARI
A tutti sono stati sottoposti questionari strutturati, elaborati ad hoc (uno per ciascuna tipologia di soggetti individuati) a partire da un modello che individua 8 componenti che qualificano il servizio di ristorazione scolastica: puntualità nella distribuzione dei pasti, igiene di ambienti e suppellettili, rispetto della stagionalità e della territorialità degli ingredienti, varietà del menù, sapore degli alimenti, senso di sazietà, informazioni alle famiglie, cortesia degli operatori.
Per ognuna di tali componenti gli intervistati sono stati invitati a esprimere il proprio livello di soddisfazione, attraverso l’attribuzione di un punteggio compreso tra 0 (=per nulla soddisfatto) e 10 (=completamente soddisfatto).

IL LIVELLO DI SODDISFAZIONE
Dalle rilevazioni condotte è emerso un elevato livello di soddisfazione presso tutte e quattro le tipologie di soggetti coinvolte: particolarmente apprezzata risulta la cortesia e la disponibilità degli operatori, che interagiscono con i bambini in modo affabile e che hanno instaurato un ottimo rapporto di collaborazione con il corpo docente. Forte collaborazione è stata dimostrata anche da parte dei genitori, molto disponibili ad aderire alla rilevazione.

CONFRONTO SCUOLA-FAMIGLIA SU PIATTI DEL MENU "POCO FAMILIARI"
Alcune criticità riguardano il gradimento di particolari alimenti inseriti nel menu in virtù delle loro proprietà nutrizionali, che risultano però sconosciuti ai bambini (ad esempio cous cous, polpette di legumi, zuppa di farro o pasta integrale) e che dimostrano la necessità di potenziare le occasioni di confronto tra genitori, referenti degli istituti scolastici, Comune di Bari e rappresentanti dell'azienda di ristorazione Ladisa al fine di individuare le modalità ottimali volte a intensificare sia la diversificazione di quanto proposto nel menu quotidiano sia l’integrazione tra quanto consumato a scuola e quanto consumato a casa, in modo da far loro raggiungere un apporto calorico/nutrizionale ottimale nel corso della giornata.

condividi
Send by email Print