LADISA ANCHE A TRANA: OTTAVO COMUNE METROPOLI DI TORINO

Un nuovo comune si aggiunge ai quattro già serviti da Ladisa Spa nell'Area metropolitana di Torino. Dopo un lotto di scuole nel capoluogo piemontese - in cui l'azienda di è distinta per la carbon foot print come contribuendo al raggiungimento di politiche di rispetto ambientale - e dei servizi di refezione nei comuni di None (nella foto uno dei plessi), Bruino, Pinerolo, Cuorgnè, S. Ambrogio di Torino, è di queste ore la comunicazione di aggiudicazione definitiva del servizio mensa anche a Trana.

Anche in questo caso, l'offerta di Ladisa spa è stata giudicata la migliore, ottenendo il maggior punteggio, tra le altre due presentate da aziende concorrenti. Il servizio, di durata triennale, inizierà lunedì prossimo e riguarderà le scuole di infanzia, primaria e secondaria del comune. Previsti circa 35mila pasti all'anno.

Molta attenzioni ai temi dell'educazione alimentare. tra questi, spicca il progetto “5 X 5” proposto dall'azienda che ha come destinatari gli alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria, per incentivare il consumo di frutta, verdura e pane attraverso cinque iniziative diverse. Il progetto prevede: la giornata della frutta, della verdura, del pane, dei prodotti biologici e dell'assaggio "cieco". In quest'ultimo caso, una volta ogni tre mesi (a rotazione nelle scuole) si svolgeràun gioco con una doppia finalità. La prima è quella di capire il grado di conoscenza (e dunque di consumo) di frutta e verdura da parte degli studenti, la seconda è quella di incentivarne quantomeno l’assaggio, giacchè facenti parte del gioco. Gli studenti, cioè, verranno bendati e sottoposti ad assaggi di frutta e verdure varie. Il ragazzo o la ragazza che indovinerà più alimenti risulterà il vincitore del gioco, che avrà come “premio” un prodotto alimentare del Mercato Equo Solidale (biscotti, cioccolata monoporzione, ecc.). Tale gioco, che potrà essere svolto nell’ora di mensa (così da rendere il momento del pasto ancor più conviviale e divertente), coinvolgerà tutte le classi 4° e 5° delle primarie e le scuole secondarie.

Prevista anche formazione, incontri con commissioni mensa e servizio di customer satisfaction per testare il gradimento del servizio.

condividi
Send by email Print