FASE 2 / Il progetto di ricerca

Oltre alla dotazione di nuove attrezzature all’avanguardia, il cuore del progetto Restart è l’attività di ricerca che durerà almeno tre anni. Tale attività pluriennale di ricerca e sviluppo sarà svolta unitamente a un team dell’Ispa-CNR (Istituto di Scienze delle produzioni alimentari), dall’Università del Salento e dal Caisial (Centro di Ateneo per l’Innovazione e lo sviluppo nell’Industria alimentare), spin off dell’Univesità Federico II di Napoli.

I coordinatori del progetto saranno il Prof. Alessandro Sannino, associato di Scienza e Tecnologia dei Materiali dell’Università del Salento e Principal Scientist della Gelesis di Boston, e il Dott. Antonio Logrieco, Direttore CNR ISPA.

Le aree di intervento della ricerca sui primi due obiettivi verteranno su:

Food quality (piatti pronti con migliori qualità organolettiche e nutrizionali, shelf-life più estesa e nuovo packaging in atmosfera modificata anche biodegradabile)

Food Safety (riduzione del rischio microbiologico durante preparazione, cottura, confezionamento e conservazione nonchè trattamenti sanificanti e sostenibili per la IV gamma che garantiscano la sicurezza)

Healthy Food (alimenti innovativi funzionali arricchiti di composti di interesse salutistico-nutrizionale)

Processing (nuova linea di cottura a microonde e nuovo impianto di taglio e confezionamento di frutta e verdura in ambiente controllato)

Local Food uso di prodotti tipici pugliesi e valorizzazione della biodiversità

Il terzo obiettivo si concentrerà soprattutto su quattro tipologie di imballaggi per prodotti freschi a base di carne, pesce, piatti pronti, frutta e verdura ricercando possibili soluzioni basate sull’utilizzo di sostanze attive con azione antibatterica, tra cui la microincapsulazione o l’uso di materiali a base di nanoparticelle.

L’attuale laboratorio microbiologico interno (accreditato) in cui vengono eseguite da tecnici specializzati migliaia di analisi sui campionamenti di prodotto, sarà potenziato con nuove attrezzature. Verrà inoltre realizzato un laboratorio chimico internalizzando una serie di fasi che snelliranno i processi di verifica e prevenzione di eventuali rischi in fase di produzione.